Contenuto principale

Realizzazione di progetti formativi d’intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola A.S. 2016/2017

alternanza scuola lavoroLa legge 107/2015 (la Buona Scuola, artt. 33-43) pone l’obbligo, per gli istituti professionali e tecnici, di 400 ore di alternanza scuola–lavoro nel secondo biennio e nell’ultimo anno del percorso scolastico lasciando però la discrezionalità della distribuzione delle ore nel triennio da parte degli istituti.
Il progetto Alternanza Scuola Lavoro coinvolge tutti gli allievi del triennio e si pone i seguenti obiettivi: 

  • Collegare la formazione in aula con l’esperienza aziendale per attuare modalità di apprendimento flessibili e equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo;
  • Favorire l’orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali;
  • Collegare in modo organico istituzione scolastica e mondo del lavoro;
  • Correlare l’offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

Il progetto si configura con l’integrazione di una dimensione curricolare e di una dimensione esperienziale. Nella dimensione curricolare sono compresi approfondimenti di carattere generale sulla conoscenza del mondo del lavoro e sulle modalità di inserimento in esso attraverso l’utilizzo di:

  • esperti interni/esterni;
  • testimonianze di imprenditori, operatori del settore (Agenzia per il lavoro), alunni /lavoratori diplomati presso l’istituto;
  • visite aziendali;
  • approfondimenti di carattere specialistico e specifico degli indirizzi.

Gli allievi avviati al tirocinio aziendale avranno la certificazione sulla sicurezza.

Le attività di tirocinio verranno monitorate dal tutor scolastico il quale , mediante un’apposita modulistica (Scheda di valutazione fase propedeutica, Scheda di valutazione), fornirà un giudizio complessivo dell’esperienza di Alternanza che verrà condiviso nei consigli di classe.


APPROFONDIMENTI: Alternanza Scuola Lavoro sul portale Istruzione.it