Contenuto principale

corsi recupero

Premesso che:

  • è compito della scuola accompagnare i ragazzi verso gli apprendimenti previsti dalla Indicazione per il curricolo e comunque per quelli essenziali per essere ammessi all’anno successivo
  • è responsabilità diretta di ogni studente l’impegno a conseguire quei livelli di apprendimento
  • è responsabilità della famiglia sostenere la/il proprio figlia/o nell’impegno di cui sopra, collaborando con la scuola con ruoli diversi si è convinti che l’attività di recupero non deve essere un intervento d’eccezione, ma una prassi che accompagna l’attività formativa nell’articolazione delle sue diverse fasi. 

Nell’Istituto Bramante Pannaggi l’attività di recupero risulta tra le priorità scaturite dal Rapporto di AutoValutazione dell’Istituto e quindi del Nucleo Interno di Valutazione. Ogni intervento deve mirare a consolidare le competenze, che sono veicolate dalle conoscenze e deve utilizzare modalità didattiche diverse da quelle normalmente utilizzate nell’attività curricolare (es. problem solving, lavori di gruppo, analisi di testo, altro) e, comunque, a costruire, ove possibile, setting alternativi alla lezione frontale (scoperta guidata, lezione-applicazione, laboratorio, altro). Ogni attività prevista, quindi, non può essere limitata al semplice recupero delle carenze rilevate in occasione delle valutazioni periodiche dei consigli di classe, ma deve rappresentare una costante nell’azione didattica di ciascun docente e una priorità dell’Istituto collegata al resto dell’offerta formativa.
Al termine del primo periodo vengono organizzate le seguenti attività di recupero:

PAUSA DIDATTICA –Tutti i docenti, dopo lo scrutinio al termine del primo periodo dell’a.s. dedicano le lezioni di una settimana alla revisione degli aspetti del programma che risultavano più lacunosi. Contemporaneamente gli alunni che non necessitano di attività di recupero sono impegnati in lavori di approfondimento e potenziamento e vengono attivati lavori di gruppo che prevedano una collaborazione tra gli studenti in difficoltà e quelli più sicuri nelle competenze acquisite.

RECUPERO IN ITINERE – Gli studenti che fanno riscontrare difficoltà nelle diverse discipline sono seguiti nel corso dell’a.s. attraverso lo svolgimento di attività integrative individualizzate.

STUDIO INDIVIDUALE – Gli studenti sono guidati nello studio individuale verso il raggiungimento degli obiettivi minimi definiti dai diversi dipartimenti.
Al termine del periodo destinato al recupero delle carenze rilevate allo scrutinio di fine primo periodo, gli studenti sostengono una provo in cui dovranno dimostrare di aver colmato le lacune riscontrate e di aver raggiunto gli obiettivi minimi prefissati.
Al termine dell’anno scolastico, nel corso dello scrutinio finale, il Consiglio di classe, sulla base delle proposte di voto dei docenti delle diverse materie e tenuto conto del quadro complessivo che emerge per ogni singolo studente, può:

  • Ammettere lo studente direttamente alla classe successiva;
  • Non ammettere lo studente alla classe successiva, registrando gravi e diffuse insufficienze, giudicate non recuperabili;
  • Sospendere il giudizio per quegli studenti che presentano una o più insufficienze, ritenendo che esse possano essere recuperate entro l’inizio del successivo anno scolastico.

In quest’ultimo caso il CdC delibera le attività di recupero secondo le modalità di seguito indicate e ne dà comunicazione alle famiglie, alle quali è poi demandata la scelta di usufruire di tale possibilità o di provvedere autonomamente al recupero tramite comunicazione alla scuola. Sono organizzati dall’istituto corsi di recupero estivi, per gli studenti delle famiglie che scelgono di avvalersi delle iniziative proposte dalla scuola. Per le discipline per le quali non vengono attivati corsi, vengono concordati percorsi individuali di recupero. Il periodo in cui si tengono i corsi è tra la fine di giugno e la metà di luglio.
Le prove di verifica finale si svolgono nell’ultima settimana di agosto. Agli studenti, per tutte le discipline segnalate, viene somministrata una prova coerente con la tipologia della materia (orale, scritta, scritta/orale, come indicato dai singoli docenti). Successivamente al completamento delle verifiche, i consigli di classe sono convocati per l’integrazione dello scrutinio finale, nel quale, sulla base dell’esito delle prove, si procede all’ammissione o meno dello studente alla classe successiva. In caso di esito positivo, risolvendosi la sospensione di giudizio, vengono pubblicati i voti riportati in tutte le discipline con la indicazione “ammesso”, per gli alunni delle terze e quarte anche il credito scolastico attribuito.